Sergio De Nardis: senior fellow della Luiss-Sep, è laureato in Economia alla Sapienza e specializzato alla Essex University. È stato direttore dell’analisi macroeconomica dell’Upb, Chief economist in Nomisma, direttore della Macroeconomia dell’Isae, dirigente del Centro Studi Confindustria. Ha svolto attività di insegnamento alla Luiss e all'Università di Urbino. È membro del comitato scientifico dei Laboratori di ricerca Istat, della commissione sul Pnrr del Ministero del Turismo, dell’advisory board di Economia Italiana, del comitato editoriale di inpiù. È autore di articoli in tema di macroeconomia, economia internazionale e mercato del lavoro. Ha curato monografie su privatizzazioni, disoccupazione, specializzazione e competitività delle imprese.

Cambiamenti tecnologici e del lavoro nei principali paesi UE

Sergio De Nardis e Francesca Parente analizzano l’influenza delle innovazioni tecnologiche sulla domanda di lavoro in Francia, Germania, Italia e Spagna, mostrando il ruolo che a partire dagli anni ‘80 hanno avuto le dinamiche della produttività e gli effetti che ne sono derivati di compressione della quota dei salari. Rilevante, soprattutto in Italia, è stata anche la riduzione delle mansioni ad alta intensità di lavoro non bilanciata dalla creazione di nuovi task, soprattutto nel basso terziario.