Marco Marucci, laureato in Economia Politica con master in Progettazione e Cooperazione allo sviluppo, è attualmente ricercatore presso INAPP–Istituto Nazionale per l’Analisi delle Politiche Pubbliche. Si occupa dei temi legati all’esclusione sociale e al Terzo settore. Membro del Forum Disuguaglianze e Diversità.

Il solito vecchio metaverso

Marco Marucci dedica la sua attenzione a Metaverso, l’ultima spiaggia delle Big Tech che su di esso stanno investendo moltissimo. Si tratta di un universo parallelo, capace di unire servizi cloud e robotica, che può assicurare guadagni illimitati. Marucci sostiene che con Metaverso si riproporranno le stesse dinamiche di potere e disegualitarie del Web2.0 e che di fronte a questo pericolo i governi, ricordando gli errori del passato, dovrebbero intervenire per prevenire piuttosto che per curare.

Lo stato imprenditore. Un nuovo impulso alla CdP e alla finanza sostenibile

Marco Marucci dopo aver brevemente confrontato la Cassa Depositi e Presiti con la tedesca KfW e la francese BpiFrance, illustra l’emissione da parte della CDP dei primi “COVID-19 Social Response Bonds” che finanzieranno iniziative dirette alle imprese e ai governi locali più colpiti dall’epidemia. Marucci osserva che con la costituzione del “Patrimonio Dedicato”, di cui al Decreto Rilancio, la CDP entrerà direttamente nella ricostruzione industriale e sostiene che tali misure ampliano il potenziale dell’intervento pubblico nell’economia.

Tecnologie digitali e controllo sociale ai tempi del Covid-19

Marco Marucci in vista dell’avvio della Fase 2 di contrasto al Covid19 dà conto delle esperienze della Cina e della Corea del Sud nell’utilizzo delle tecnologie per il tracciamento e la mappatura dei contagiati. Marcucci osserva che tali tecnologie sembrano essere necessarie per la lotta al Covid-19, ma riflette anche sulle implicazioni del loro utilizzo, in particolare per quello che riguarda la diffusione dei dati e il rischio di controllo sociale.